Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Già fatto!

Già fatto!

Questa pagina è dedicata a tutte le iniziative che fino ad oggi abbiamo intrapreso, purtroppo le primissime non sono in elenco ma l’importante è aver evidenziato il nostro cammino in questi anni, chiunque voglia maggiori informazioni, curiosità e quant’altro oppure voglia darci dei suggerimenti, proporci idee o discutere di nuovi progetti siamo a disposizione, basterà scriverci a terracinasocialforum@gmail.com

Clicca l’anno!

Ritorna la nota manifestazione per raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica. Posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, l’AIL e migliaia di volontari si pongono l’obiettivo, sempre più ambizioso, di continuare a far sperare migliaia di pazienti.

Giovedì 8 e Venerdì 9 a San Felice Circeo in Piazza Ivo Ceccarelli, i volontari del Terracina Social Forum venderanno le Stelle di Natale.

A Terracina i volontari dell’AIL saranno presenti in piazza Garibaldi e all’ingresso del supermercato Coop.
Il contributo richiesto è di 12 euro.

Dal 5 all’11 dicembre si potrà contribuire anche inviando un SMS solidale al numero 45504.
Per conoscere le varie piazze AIL in Italia, www.ail.it .



Sabato 8 e domenica 9 ottobre torna la tradizionale vendita delle mele (offerta minima 8 euro) il cui ricavato servirà a finanziare le attività dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e la ricerca scientifica finalizzata a trovare la cura per la malattia.

Giunta alla diciassettesima edizione, l’iniziativa ha lo scopo di sostenere la ricerca e i servizi dedicati ai giovani, i più colpiti dalla malattia.

Quest’anno l’Associazione ha un testimonial d’eccezione, il cantautore Roberto Vecchioni, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo.

I volontari del Terracina Social Forum aiuteranno l’AISM nella realizzazione dell’iniziativa: il banchetto sarà presente a Terracina a piazza Garibaldi sabato 8 e domenica 9 ottobre (orario: 10-13; 17-20).
Si potrà poi sostenere la ricerca anche senza acquistare le mele: fino al 16 ottobre 2011, infatti, sarà possibile donare 2 euro con sms al 45508 da cellulare personale TIM, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile e Coopvoce e su rete fissa Teletu oppure 2 o 5 euro per ogni chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Per sapere in quali altre piazze italiane saranno allestiti i banchetti dell’AISM, www.aism.it e www.unaproa.com.



Sabato 11 giugno alle 18.30 presso la Sala Valadier – Istituto Professionale per il Commercio “A. Filosi” in Via Roma, 125 a Terracina il Terracina Social Forum, è lieto di presentare il libro “All’ombra dell’acqua. Inchiesta sui predoni dell’ultima merce” di Roberto Lessio

Perché vogliono privatizzare lo nostra acqua a tutti i costi? Chi c’è dietro questo tentativo? Come funziona la cosiddetta “concorrenza”? Come vengono aggiudicate le gare per l’affidamento dei servizi idrici? Come sono organizzate quelle gare? Chi vi partecipa? Dove sta, se esiste ancora, il confine tra controllori e controllati? Che cosa se ne fa un grande gruppo industriale di 19 azioni su 400.000 in una sconosciuta società m…ista che si occupa dello smaltimento di rifiuti?
Perché società multinazionali, con enormi capitali a disposizione, hanno bisogno di mediare tra i loro affari e la politica attraverso sconosciute società di snodo? Per quale motivo nel frattempo stanno avvelenando la nostra acqua, la nostra Terra e la nostra vita? Riuscirà lo finanza speculativa, che già controlla l’economia e di conseguenza la politica, ad impossessarsi anche dell’ultima merce? Lo risposta a tutte queste domande è solo una: l’informazione.

L’unica che può appagare la nostro sete di sapere. Attraverso esperienze proprie e degli altri oppositori alla privatizzazione dell’acqua, l’autore traccia un percorso di ricerca personale che si propone di cambiare l’attuale modello di sviluppo partendo da se stessi. Al tempo stesso il libro narra la storia di donne ed uomini che, impegnati nei comitati per l’acqua pubblica, non si rassegnano al laconico sentimento di sconfitta “.. tante le cose vanno sempre così…” ed offrono i propri sacrifici, le proprie capacità, il loro tempo al servizio dei “beni comuni” ricreando uno spaccato di società che si ritrova ad essere comunità intorno al bene comune per eccellenza: l’acqua.

L’autore, Roberto Lessio, è un agricoltore specializzato in coltivazioni biologiche. Per anni è stato Presidente Regionale del Lazio dell’ AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), contribuendo alla realizzazione di importanti progetti quali la Città dell’Altra Economia a Roma. Dopo aver abbandonato gli studi universitari di ingegneria nucleare, si è dedicato alle tematiche riguardanti lo riconversione ecologica dell’economia. Nello veste di presidente del Circolo Legambiente di Latina ho prodotto numerosi documenti e dossier sugli intrecci affaristici nei servizi pubblici ambientali (acqua, rifiuti, energia, ecc.).

Il libro è stato realizzato con il contributo del Comitato Provinciale difesa Acqua Pubblica di Latina
Ingresso libero



Torna per il settimo anno consecutivo, sotto l′Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, la VII Giornata Nazionale UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), sempre all′insegna del motto “Dispiega le mie ali, contro ogni barriera, perché la Libertà è un diritto di tutti”. Il prossimo weekend, dal 1 al 3 aprile migliaia di volontari UILDM distribuiranno in oltre 500 piazze le Farfalle della solidarietà, le farfalline di peluche ripiene di ovetti di cioccolato che avranno i colori storici dell′Associazione in occasione dei 50 anni dalla sua fondazione (1961-2011): il bianco, il rosso e il verde. A fronte di un contributo minimo di 5 euro donato alla ricerca, insieme alle farfalline “Italia”verrà consegnato del dettagliato materiale informativo sull′Associazione, sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Queste ultime sono patologie genetiche caratterizzate dalla progressiva degenerazione e indebolimento dei muscoli volontari e nelle forme più gravi, tra cui la distrofia di Duchenne e l′amiotrofia spinale (SMA), la persona che ne è colpita perde via via la capacità di camminare e stare in piedi, anche in giovane età. Il nuovo Centro Clinico a Messina. I fondi raccolti quest′anno andranno a sostenere la nascita, a Messina, del Centro Clinico NEMO SUD: il nuovo punto di riferimento per le persone con malattie neuromuscolari che abitano al Sud e le loro famiglie. Un′iniziativa condivisa con entusiasmo dall′attrice e produttrice cinematografica messinese Maria Grazia Cucinotta, che ne è diventata la testimonial e che proprio in questi giorni ha girato uno spot televisivo nei luoghi dove nascerà il nuovo Centro.”Si tratta di un progetto impegnativo nel quale crediamo molto – dichiara il presidente nazionale UILDM Alberto Fontana – NEMO SUD avrà 20 posti letto, alcuni dei quali di alta complessità, e 2 posti di Day Hospital”. Al progetto collaborano partner come Fondazione Telethon, AVIS, Famiglie SMA, ASAMSI e l′Associazione Reiki RAU. Fondi per la ricerca. Per il sostegno della Uildm nazionale: dal 27 marzo fino al 9 aprile invia un sms al 45509, donerai 2 euro dal tuo telefonino TIM, Vodafone, Wind, 3 e Coop Voce oppure 5 o 10 euro chiamando da telefono fisso Telecom Italia e Fastweb. Per conoscere l′elenco delle piazze italiane che partecipano all′iniziativa basta visitare il sito dell′Associazione www.uildm.org

I volontari del Terracina Social Forum saranno a Piazza Garibaldi il 2 (la mattina presso la Coop di Terracina) e il 3 Aprile.



Tornano le tradizionali giornate di raccolta fondi dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.
I volontari del Terracina Social Forum allestiranno il banchetto dell’A.I.S.M. a piazza Garibaldi a Terracina e, se avremo l’ok del supermercato, anche all’ingresso della Coop.

Le gardenie costano €.13,00

Per conoscere le piazze italiane in cui saranno vendute le gardenie, www.aism.it


Leggi l’articolo

Dal 28 febbraio al 13 marzo 2011 – in occasione di “Gardenia dell’AISM” – puoi sostenere direttamente la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla anche con un gesto semplice ma importantissimo.

Invia un sms o chiama il 45509. Entra nel movimento per un mondo libero dalla sclerosi multipla!

Per maggiori informazioni Clicca qui



Sabato 19 febbraio dalle 17:30 alle 19:30 presso la Biblioteca comunale “A. Olivetti” in Via Olivetti a Terracina, il Terracina Social Forum è lieto di presentare il libro di Ugo Di GirolamoMafie, politica, pubblica amministrazione” (Guida Editore).

Il percorso seguito da questo libro è lineare, coerente ed efficace. L’autore, osservatore “privilegiato” del fenomeno camorra in virtù della sua attività politica in un territorio di frontiera come Mondragone (dove è stato anche consigliere comunale), considera le mafie del Sud un fenomeno unitario, in virtù di alcuni tratti comuni che prevalgono, per qualità, su quelli differenziali. Primo fra tutti la peculiare capacità, tipica di tutte le cosche del crimine organizzato italiano, di penetrare nello Stato e di intrecciarsi con il ceto politico e i pubblici amministratori.
Per l’autore la politica italiana non può più permettersi la «distrazione collettiva» di «percepire la mafia come un problema esclusivamente di ordine pubblico».

Laureato in Scienze Politiche all’Università “Federico II” di Napoli, Ugo Di Girolamo per molti anni ha svolto attività politica a Caserta. In qualità di consigliere comunale a Mondragone ha potuto osservare “dal vivo” il fenomeno mafioso. Ha pubblicato lavori di analisi territoriale e collabora con la rivista trimestrale, interprovinciale, “Civiltà Aurunca”.

Il libro sarà presentato a Terracina anche la mattina di sabato 19 febbraio, precisamente alle ore 10,30 nell’aula magna dell’Istituto Tecnico Commerciale “A. Bianchini”, grazie all’evento organizzato dall’attivissimo e validissimo Agostino Alla.

Ingresso libero





Mercoledì 24 novembre alle ore 9.30 nella Sala Valadier presso l’Istituto Professionale per il Commercio “Filosi” in Via Roma a Terracina, nell’ambito della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, l’Istituto Professionale per il Commercio “Filosi” di Terracina, in collaborazione con il Terracina Social Forum, ha organizzato un convegno per gli studenti, ma aperto anche alla cittadinanza, sul tema della riduzione dei rifiuti. Relatori del convegno saranno Alessandro Iacuelli, Daniele Fortini e Giovanni Iudicone.

Alessandro Iacuelli, laureato in Fisica, napoletano, è giornalista free lance. Da 15 anni si occupa dell’emergenza rifiuti campana e si è specializzato nel campo dello smaltimento dei rifiuti industriali.

Daniele Fortini, fiorentino, dal 2005 è presidente di Federambiente, la Federazione italiana dei servizi pubblici d´igiene ambientale, ed è amministratore delegato di ASIA di Napoli, la società che si occupa della smaltimento dei rifiuti solidi urbani del capoluogo partenopeo.

Giovanni Iudicone, di Terracina, coordinatore della Rete Rifiuti del WWF Lazio, si occupa da anni delle varie modalità di smaltimento dei rifiuti solidi urbani e delle varie forme di organizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti.

Ingresso libero



Martedì 23 novembre alle ore 18.00 nella Sala Valadier presso l’Istituto Professionale per il Commercio “Filosi” in Via Roma a Terracina, il Terracina Social Forum, nell’ambito della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, ha il piacere di ospitare di nuovo Alessandro Iacuelli, autore del libro “Le vie infinite dei rifiuti” (Rinascita editore).

Ciclicamente l’emergenza rifiuti in Campania torna a far parlare di sé non appena un qualcosa, anche un episodio molto piccolo e apparentemente insignificante, interviene ad interrompere l’ormai oliato sistema delle connivenze mafiose su cui gira da sempre una macchina illegale che lo Stato non riesce (o non vuole riuscire) a sovvertire in alcun modo. Eppure, questa morsa di “monnezza” che opprime la Campania potrebbe essere spazzata via. Basterebbe solo volerlo. Perchè, allora, non si vuole? Cosa c’è dietro un’inquietante immobilità della classe politica che nonostante impegni gran parte del proprio tempo a raccogliere dati ed elementi sul problema, poi resta colpevolmente silente quando si tratta di passare all’azione? E, soprattutto: chi guadagna montagne di denaro sulla pelle delle persone?

Alessandro Iacuelli è giornalista free lance. Fa parte della redazione della testata on-line Altrenotizie, per la quale ha curato tra l’altro, inchieste sull’emergenza gas dell’inverno 2005/2006, sul nucleare in Italia e sui rifiuti tossici e le ecomafie in Italia meridionale. Di origine napoletana è laureato in Fisica, da anni si sta occupando a tempo pieno della particolare “emergenza” che vive la Campania da quasi 15 anni, tornando a seguire la “sua” terra, il commissariamento straordinario dei rifiuti, le attività ecomafiose legate alla presenza camorristica, e l’aspetto sanitario che sta provocando un aumento dei casi di cancro nella regione.

Ingresso libero



Sabato 30 ottobre dalle 18:30 alle 20:00 presso la Biblioteca comunale “A. Olivetti” in Via Olivetti a Terracina Adriano Di Stazio presenterà, in collaborazione con il Terracina Social Forum, il suo ultimo romanzo: “Il treno della fortuna” (Book Sprint editore).

Il libro narra le vicende sentimentali ingarbugliate di un marinaio, con una trama molto avvincente, che tiene il lettore costantemente attento nella lettura dei vari capitoli. Adriano Di Stazio, residente a Terracina, dopo aver prestato servizio per 20 anni nella c…entrale nucleare di Latina, ha lavorato come agente di commercio per aziende spagnole con lunghi soggiorni in Venezuela, Stati Uniti ed altri Paesi, assimilando esperienze che gli hanno consentito di scrivere diversi romanzi. Di Stazio è un autodidatta diplomato geometra, si definisce scrittore della strada, libero da pregiudizi e da protettori. Le sue scuole sono state il lavoro di pescatore, gli anni nella Marina militare, l’organizzazione della centrale nucleare e le numerose strade percorse in Italia e all’estero, oltre la miriade di libri divorati fin dall’infanzia. La narrativa di Di Stazio vuole far conoscere ai giovani di oggi le condizioni di vita, lavorative ed ambientali, di cinquant’anni fa.

Ingresso libero



Mercoledì 27 ottobre dalle 17:30 alle 19:30 presso la Biblioteca comunale “A. Olivetti”
in Via Olivetti a Terracina il Terracina Social Forum presenta il libro “C’è un problema con l’ENI” di Sabina Morandi (Coniglio Editore).

Il 27 ottobre 1962, in un “misterioso” incidente aereo, moriva Enrico Mattei. Incaricato di liquidare l’AGIP, creata nel 1926 dal regime fascista, Mattei disobbedì alle istruzioni del governo e fondò l’ENI, di cui l’AGIP divenne la struttura portante, dopodiché trovò petrolio e metano in Italia. Successivamente negoziò rilevanti concessioni petrolifere in Medio Oriente ed un importante accordo commerciale con l’Unione Sovietica, iniziative che contribuirono a rompere l’oligopolio delle cosiddette “Sette sorelle”, le compagnie petrolifere angloamericane che allora dominavano il mercato. Mattei introdusse inoltre il principio per il quale i Paesi proprietari delle riserve dovevano ricevere il 75% dei profitti derivanti dallo sfruttamento dei giacimenti, anziché il 50% che imponevano le Sette sorelle.

La morte di Mattei è avvenuta in circostanze misteriose, ma ad essa molto probabilmente sono strettamente collegate anche il rapimento e l’uccisione del giornalista palermitano Mauro De Mauro (16 settembre 1970), che stava indagando su coloro che provocarono l’incidente aereo, nonché il delitto Pasolini (2 novembre 1975), dato che l’intellettuale stava scrivendo il libro “Petrolio”, in cui parlava proprio dell’uccisione di Mattei.

A 35 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, uno dei più grandi intellettuali italiani del XX secolo, e a 48 anni dalla morte di Enrico Mattei, il Terracina Social Forum commemora entrambi presentando, mercoledì 27 ottobre alle ore 17,30 presso la Biblioteca comunale “A. Olivetti”, il libro di Sabina Morandi “C’è un problema con l’ENI” (Coniglio editore).

Il libro, dal sottotitolo “Il cane nero si è pappato i rossi. Come insabbiare un’inchiesta e liberarsi del giornalista”, ricostruisce sei anni di coraggiose e scomode inchieste di una giornalista free lance sulle piste del cane a sei zampe (simbolo dell’ENI) e, come in tutte le grandi storie di giornalismo, l’estensione dell’atto di accusa svela le trame invisibili che soffocano la libera informazione.

Le guerre in Afghanistan ed in Medio Oriente, il disastro ambientale nel Golfo del Messico: negli anni Duemila è sempre più il petrolio a regolare le sorti del pianeta. Nella scacchiera del nuovo “Grande gioco” l’ENI dispone le proprie pedine: Kazakistan, Iraq, Ecuador, Nigeria, fino alle nostre coste, teatri dove si combatte la guerra “a bassa intensità” e senza esclusione di colpi per le fonti energetiche.

Ingresso libero



Sabato 23 ottobre dalle 18:00 alle 19.30 presso la Sala Convegni COOP (piazzale Coop – Via Appia) a Terracina Il Terracina Social Forum è lieto di presentare “La corsa della green economy” di Antonio Cianciullo e Gianni Silvestrini.

Il 2008-2009 è stato il biennio della grande crisi economica, ma anche il trampolino di lancio della green economy. L’economia verde cresce e di rafforza, moltiplica i posti di lavoro mentre i comparti produttivi tradizionali soffrono. Ma quali sono i suoi confini? E in che modo sta cambiando la nostra vita quotidiana?
A queste domande risponde il libro di Antonio Cianciullo e Gianni Silvestrini che, attraverso l’analisi di 23 storie esemplari, racconta la corsa della green economy sostenuta da tanti soggetti diversi: aziende che evitano il fallimento spingendo sull’innovazione, colossi industriali che si convertono all’efficienza, città che sperimentano il modello low carbon.
Ad accomunarli è la capacità di immaginare un futuro in cui si possa vivere e lavorare in modo più sicuro, più sano e più piacevole.
Dei due autori sarà presente Antonio Cianciullo.

ANTONIO CIANCIULLO è inviato di Repubblica. Per conto del giornale segue da oltre 25 anni i temi ambientali e ha partecipato ai principali appuntamenti internazionali: dalle conferenze sull’ozono negli anni Ottanta all’Earth Summit di Rio de Janeiro del 1992, dai reportage sui grandi disastri petroliferi ai vertici sul cambiamento climatico. È laureato in filosofia. Per la sua attività ha vinto numerosi premi. Tra i suoi libri Atti contro natura (Feltrinelli, 1992), Ecomafia (Editori Riuniti, 1995, con Enrico Fontana), Far soldi con l’ambiente (Sperling & Kupfer, 1996, con Giorgio Lonardi), Il grande caldo (Ponte alle Grazie, 2004), Soft economy (Rizzoli, 2005, con Ermete Realacci).

GIANNI SILVESTRINI, ricercatore del CNR, è direttore scientifico del Kyoto Club e della rivista QualEnergia. Autore di numerosi articoli scientifici, coordina il master “Ridef – energia per Kyoto” del Politecnico di Milano. Ha vinto l’“European solar prize 2001” ed è stato eletto nel Consiglio Direttivo dell’European Council for an Energy Efficient Economy. Ha ricoperto la funzione di direttore generale presso il Ministero dell’Ambiente e di consigliere per le fonti rinnovabili del Ministro dello Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani. È presidente di Exalto, una nuova società della green economy.

Ingresso libero



Venerdì 15 ottobre dalle 17:30 alle 19.30 presso la Sala Valadier – Istituto Professionale per il Commercio “Filosi” in Via Roma, 125 a Terracina, in coincidenza con la Giornata mondiale dell’alimentazione, il Terracina Social Forum, in collaborazione con l’Istituto Professionale per il Commercio “Filosi” di Terracina, organizza un incontro-dibattito sugli effetti sull’ambiente dell’alimentazione umana a base di carne.

Il relatore sarà Filippo Schillaci, tecnico informatico part time presso la seconda università di Roma, convinto sostenitore del Movimento per la Decrescita Felice ed autore del libro “Vivere la decrescita“, che sarà presentato durante il dibattito. Nella primavera del 1996 Filippo Schillaci, residente a Roma, lascia il suo appartamento nella Capitale e va a vivere in campagna. Dietro questo passo non c’è né un ossequio alle mode né una scelta estrema di «esistenza selvaggia» ma la semplice decisione di non basare più la propria vita interamente sul denaro. L’autore comincia così ad affiancare alla propria convenzionale attività retribuita l’autoproduzione di beni di uso quotidiano; impara a coltivare un orto, a curare gli alberi da frutto, poi a costruire e riparare da sé semplici oggetti o anche parti della casa. Il libro, alternando e fondendo narrazione e riflessioni, racconta le tappe di questa esperienza e le idee, gli obiettivi che l’hanno motivata e guidata. È una sorta di diario di viaggio ma anche una discussione sulla concreta possibilità per ognuno di migliorare il proprio stile di vita qui e adesso, senza impegnarsi necessariamente in «ardimentose» avventure alternative bensì semplicemente mutando la propria percezione di alcuni concetti chiave della vita di ogni giorno: benessere, divertimento, lavoro, tempo libero. E mutando di conseguenza le proprie scelte in ciascuno di tali campi. Vegetariano da lungo tempo, Filippo Schillaci durante l’incontro illustrerà come l’alimentazione umana a base di carne sia assolutamente insostenibile per l’ambiente.

Ingresso libero




Torna la tradizionale vendita delle mele (offerta minima 8 euro) il cui ricavato servirà a finanziare le attività dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. I volontari del Terracina Social Forum aiuteranno l’AISM nella realizzazione dell’iniziativa sabato 9 e domenica 10 ottobre (orario: 10-13; 17-20).
Anche non andando in piazza si potrà sostenere la ricerca: dall’1 al 13 ottobre 2010, infatti, sarà possibile anche inviare un SMS al 45593 da cellulare personale TIM, Vodafone, Wind, 3 e Coopvoce e donare 1 euro, oppure chiamare lo stesso numero da telefono fisso Telecom Italia e contribuire con 2 euro.



venerdì 1 ottobre dalle 18:00 alle 20.00 presso la Sala convegni Coop (piazzale Coop – Via Appia) a Terracina Il Terracina Social Forum aderendo al No Berlusconi Day 2 di sabato 2 ottobre 2010, presenta il libro di due giovanissimi blogger, Matteo Pontes e Andrea Sora, “L’ombra del Duomo. Ci fu davvero un attentato contro il presidente del Consiglio italiano il 13 dicembre 2009 a Milano?” (Gingko Edizioni). Prima del 13 dicembre 2009 il governo Berlusconi toccava presso l’opinione pubblica italiana il punto più basso di consenso mai registrato. La posizione del premier nell’ambito del processo Mills, dopo il pronunciamento di illegittimità costituzionale del Lodo Alfano, veniva scongelata dopo quasi un anno e il Cavaliere veniva riammesso nel processo in qualità di coimputato. Le dichiarazioni di Gaspare Spatuzza gettavano nuove ombre sulla nascita di Forza Italia e sui rapporti di Dell’Utri con Cosa Nostra. La cosiddetta norma del ‘‘processo breve’’ suscitava aspre reazioni politiche e nella società civile. Il 5 dicembre vi era stata a Roma la manifestazione dell’anno, il “No Berlusconi day”, la prima manifestazione apartitica indetta dalla Rete, che aveva inondato la capitale con un milione di persone che chiedevano le dimissioni del capo dell’esecutivo. L’ipotesi che l’attentato sia stato pensato e messo in opera al fine di raggiungere determinati obiettivi politici, che sia servito a scopo ricattatorio non appartiene alla fantapolitica. Che una finta aggressione contro il presidente del Consiglio possa essere stata somministrata all’opinione pubblica come il giusto antidoto atto a garantire un silente assenso da parte di quegli schieramenti politici che erano già accusati di inasprire il confronto democratico e infuocare la folla, e che dopo l’aggressione possono essere tacciati facilmente di essere i “mandanti morali” dell’attentato, è un dubbio che, legittimamente, può essere avanzato in un Paese libero, civile, e in una democrazia. Il dubbio è: dietro al simbolo del Duomo c’è solo una piccola ombra appartenente ad una mente malata e isolata qual è Tartaglia, oppure quell’ombra è ben più grande, e sotto di essa sosta inconsapevole quella stessa piccola mano facilmente manipolabile?

Ingresso libero



Martedì 14 Settembre alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale “Adriano Olivetti” in Via Olivetti, il Terracina Social Forum presenterà il libro di Giuseppe Scognamiglio, sovrintendente della Guardia di Finanza in servizio a Terracina, è un appassionato di fotografia che ha pubblicato “La mafia non esiste?”, un libro fotografico che ha per tema la mafia. La sua iniziativa ha voluto unire due passioni: il lavoro che svolge e la fotografia. Il suo intento è lottare contro la criminalità, soprattutto quella mafiosa, anche al di fuori del campo lavorativo. La prefazione del libro …è stata redatta dal magistrato della Cassazione Raffaele Cantone, il giudice del famoso processo Spartacus contro il clan dei casalesi.
Perché presentiamo il libro il 14 settembre?
Perché il 14 settembre 1988 è stato ucciso Alberto Giacomelli, un giudice andato in pensione il 1° maggio 1987. Il mandante del suo omicidio è stato Totò Riina. Qual era la “colpa” di Giacomelli? In qualità di presidente della Sezione per le misure di prevenzione del Tribunale di Trapani, aveva confiscato l’abitazione del fratello di Riina non consentendogli più di utilizzarla. Giacomelli è l’unico caso di omicidio di un magistrato in pensione nella storia d’Italia. Giuseppe Scognamiglio, nel suo libro fotografico, ha ritratto anche il luogo in cui è stato ucciso Alberto Giacomelli.



Terracina Social Forum Rifondazione Comunista

SABATO 24

ORE 19:00 APERTURA

On. Giovanni Russo Spena responsabile giustizia Partito della Rifondazione Comunista & Francesco Giuliani Segretario del locale Circolo

Tavola rotonda sullo stato della giustizia

ORE 20:00 PRESENTAZIONE LIBRO

Il segreto delle tre pallottole’ degli autori Maurizio Torrealta ed Emilio Del Giudice (Edizioni Ambiente).

Il rilancio dell’energia nucleare nasconde finalità militari? Interverrà Maurizio Torrealta

ORE 21.30 RAPPRESENTAZIONE TEATRALE

Effetto collaterale accettabile’ di Francesco Mistretta con Gabriella Striani

ORE 22:00 RAPPRESENTAZIONE TEATRALE SULLA RESISTENZA

Prima del nuovo giorno’ di Francesco Mistretta con gli attori Gabriella Striani & Gennaro Giglio

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE

con il cantautore Riccardo Ceres in James Kunisada Carpante

Riccardo Ceres, secondo classificato al Rock Contest di Controradio, Firenze, edizione 2009, è un cantautore pulp. Il suo stile borderline – metà diavolo, metà acqua santa – declina tutte le desinenze della musica popolare. Sospeso tra Tom Waits e Fred Buscaglione, con imprevedibili aperture al blues, al jazz e alla sperimentazione. Ceres presenta per la prima volta a Terracina “James Kunisada Carpante”, il suo nuovo disco (Il Popolo del Blues/Audioglobe) composto da 14 brani inediti con all’interno una quadrilogia di canzoni dedicate allo stesso James, personaggio “inventato” da Ceres, che il cantautore caseratano definisce un “Ronin del sud Italia”. www.myspace.com/rceres

DOMENICA 25

ORE 19:00 DIBATTITO

Amianto: benefici contributivi e prepensionamento’ Relatore Avv. Ezio Bonanni

ORE 20:30 INCONTRO CON LE ASSOCIAZIONI TERRACINESI

ORE 22:30 SPETTACOLO MUSICALE con la band locale ‘ Jingo band’ West Coast & gli ‘Ava Kant’ Surf

-Il progetto nasce nel 2006. Gli Ava Kant sono un gruppo di musica surf strumentale ispirato alla prima ondata surf degli anni ’60.. A luglio 2010 uscirà il nuovo album dal titolo “Highwave Star”. Da qualche mese la band ha anche rielaborato il suo repertorio in stile swing e slow surf per suonare in contesti più intimi. www.myspace.com/avakant

MARTEDI’ 27

GIORNATA SUL LAVORO

Intervento operai, Fiat, Eutelia, Nexan’s

Ore 20:00 intervento di Roberta Fantozzi della direzione del PRC

MERCOLEDI’ 28

ORE 19:00 PRESENTAZIONE LIBRO “Il ritorno, Dentro il nuovo Iraq di Giuliana Sgrena (Feltrinelli)–

La giornalista torna sui luoghi del suo rapimento e racconta il nuovo Iraq. Interverrà Giuliana Sgrena

ORE 21:00 PRESENTAZIONE LIBRO

Sciacalli, Storia documentata della cricca che ha depredato l’Italia” di Corrado Zunino (Editori Riuniti)

Il Grande inganno della Protezione Civile. Interverrà il giornalista Corrado Zunino

ORE 22:00 WORK IN PROGRESS Concerto d’improvvisazione radicale diretto da Antonio Zitarelli con estemporanea di pittura a cura di Alessandra Romagna.

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE

con la Band ‘Tribraco’ Jazz-Rock

Tribraco è un quartetto jazz-rock, il loro album d’esordio “Cracking the Whip” ha ricevuto un ottimo riscontro dalla critica. A partire dal prossimo 22 Agosto 2010, la band sarà impegnata nel tour Music and Miles, lungo un percorso di 12.000 Km e 50 giorni negli Stati Uniti, durante il quale presenterà in anteprima il nuovo disco “Glue”. www.myspace.com/tribraco

GIOVEDI’ 29

ORE 19:00 PRESENTAZIONE LIBRO

La non violenza’ – una storia fuori dal mitodi Domenico Losurdo (Laterza) Un’ analisi critica del fenomeno della non violenza. Interverranno il prof. Domenico Losurdo e il prof Alexander Hobel dell’associazione Marx XXI

ORE 21:30 SPETTACOLO MUSICALE

con l’ensemble ‘Etnosonica’ formazione di giovani terracinesi diretti da Caterina Bono- presentano un repertorio che abilmente contempera esecuzioni “etniche” con originali arrangiamenti di brani del canone della musica classica.

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE

con la band ‘Damm & Dong’ EL-Etnic Trio

Trio acustico sperimentale prevalentemente ispirato alle tradizioni musicali del Mediterraneo e del Medio Oriente, ma anche caratterizzato dall’interazione tra linguaggi e strumenti provenienti dai più disparati punti del globo (dall’Africa Centrale fino alla Nuova Zelanda degli aborigeni) e dall’uso creativo di macchine elettroniche durante le proprie live performances. Vito Cardellicchio (percussioni), Ivan Franzini (voce e corde) e Vincenzo Simonelli (didjiridoo e percussioni) condividono l’interesse per la ricerca e la sperimentazione musicale con l’intento di ridare vita alla magia della memoria sottoforma di impulso creativo libero da vincoli culturali ed interpretativi. .www.myspace.com/dammdong

VENERDI’ 30

ORE 19:00 PRESENTAZIONE LIBRO

Gaia e l’ape. Strumenti e percorsi per l’educazione ambientale Di Autori vari (Natura Avventura Editore).

Interverranno Cristiana Cortesi & Roberto Travaglini, coautori del libro.

ORE 20:30 DIBATTITO POLITICO SU ‘La Federazione della Sinistra’

Interverranno la Segretaria regionale di Rifondazione Comunista Loredana Fraleone i Consiglieri Provinciali della Federazione della Sinistra Domenico Guidi e Fausto Nuglio

ORE 22:00 RAPPRESENTAZIONE TEATRALE ‘LA LISISTRATA’ di Aristofane –

commedia riadattata, lo sciopero del sesso da parte delle donne per far finire la guerra del Peloponneso .

con la Compagnia ‘I senza tetto’ di Latina. Antonia Chiatante, Ornella Lorenzano, Giulia Benatti, Flavia Martino, Leslie Esposito, Manuel Caputo, Andrea Cannucciari

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE

con le Band locali ‘ Lucky Jam’ pop rock e

SABATO 31

ORE 19:00 PRESENTAZIONE LIBRO

Ipazia, Vita e sogni di una scienziata del IV Secolo di Adriano Petta e Antonino Colavito (La Lepre Editore)

La storia della scienziata atea fatta massacrare da Cirillo, Vescovo di Alessandria d’Egitto

Interverranno Adriano Petta ed esponenti dello UAAR (Unione Atei Agnostici Razionalisti)

ORE 20:30 DIBATTITO Legalità e infiltrazioni malavitose nella Provincia di Latina’

Interverrà Antonio Turri responsabile Lazio dell’Associazione ‘LIBERA’ & Elvio Di Cesare dell’Associazione ‘CAPONNETTO’

ORE 22:00 SPETTACOLO MUSICALE con gli ‘Anxur King’ Hip pop-Rap

www.myspace.com/anxurkingzrap

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE con la Band ‘Rosso Malpelo’ direttamente dal concerto del I Maggio di P.za San Giovanni

I RossoMalpelo nascono nel 2000 quando Sergio Gaggiotti prende coscienza che essere stato chiamato per molti anni Rosso Malpelo non è stato del tutto negativo. L’immagine del piccolo minatore di Verga non ricorda più l’emblema del vinto ma scorge la possibilità di dargli nuova vita. L’eroe negativo comincia a parlare… Cantautore Popolare nel circuito Underground Romano e non solo.

Canta La Vita delle Periferie Romane, con uno sguardo che non è mai supponente o cinico, ma sempre carico di una consapevole Umanità..Sergio Gaggiotti Voce e Chitarra,Carlo Conti Sax ,Fabio Tortora Basso,Alessandro Pizzonia Batteria,,Moreno Viglione Chitarra www.myspace.com/kaluafc

DOMENICA 1

ORE 18:30 PRESENTAZIONE LIBRO

La presa di Roma’ di Claudio Cerasa (BUR)

Come Alemanno ha vinto le elezioni amministrative di Roma. Interverrà Claudio Cerasa.

ORE 21:00 CONCLUSIONI E PROPOSTE

Interverranno il consigliere Regionale per la Federazione della Sinistra On. Ivano Peduzzi e Roberto Iacovacci del Circolo Locale

ORE 22:00 SPETTACOLO con il poeta romano Remo Remotti

Remo Remotti (Roma, 16 novembre 1924) è un attore, pittore e scrittore italiano, nonché scultore, poeta, cantante, umorista e drammaturgo. Ha lavorato, tra gli altri, con Marco Bellocchio, Nanni Moretti, Ettore Scola, i fratelli Taviani, Werner Masten, Peter Ustinov, Nanni Loy, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Antonello Salis e Carlo Verdone.

ORE 23:00 SPETTACOLO MUSICALE con ‘NEO’ trio Jazz-Wave

Il loro recente lavoro ha riscosso un’ottima critica dalla stampa e numerosi apprezzamenti dai media, tale che è stato messo in homepage su iTunes Store il mese scorso. A seguito dell’anteprima presentata del disco Water Resistance, i Neo sono stati inseriti nella collana “La Grande Storia Del Jazz” di L’Espresso/La Repubblica.Il gruppo si è esibito nelle date italiane di James Chance & The Contortions ad inizio Ottobre al Circolo degli Artisti di Roma e al Locomotiv di Bologna)

A partire dal prossimo 22 Agosto 2010, i Neo saranno impegnati nel tour Music and Miles, lungo un percorso di 12.000 Km e 50 giorni negli Stati Uniti, durante il quale registreranno il loro nuovo disco “Neoclassico” presso l’Electrical Studio, con Steve Albini.

www.myspace.com/neoneoband

DURANTE L’ESIBIZIONE DEI NEO VERRA’ EFFETTUATA L’ESTRAZIONE DELLA SOTTOSCRIZIONE A PREMI.

Durante tutta la manifestazione verrà allestita una Galleria d’arte curata da Alessandra Romagna con

esposizione collettiva delle opere di:

Massimiliano Pinna – Fotografo; Ettore Maragoni – Fotografo; Cristian Minelli – Fotografo; Mara D’Onofrio – Fotografo; Fabrizio Bonanni – Fotografo; Alessandra Romagna – Pittrice; Manuel De Cicco – Pittore/Scultore; Fabio Persico – Pittore; Stefania Romagna – Pittrice; Sasha “manca il cognome” – Pittrice; Michele Papa – Pittore

All’interno dell’area troverete anche uno spazio dedicato alle proiezioni di cortometraggi autoprodotti curato da Antonio Fasolo

La terra è bassa’ regia: Antonio Fasolo

-Il lavoro e la natura geofisica dell’Agro Pontino, l’essere palude, l’essere “basso”: una storia d’immigrazione e di fondazione, di fame e viaggio, d’incontro tra culture.

‘Memorie corsare’ regia: Antonio Fasolo

-Ostia, in occasione del trentennale dall’assassinio di Pier Paolo Pasolini.

‘Settembre’ regia: Giulio Leonardi

-1943, Terracina bombardata dagli anglo-americani, la Storia scorre attraverso gli occhi di un bambino.

‘O Ciento Muorzi’ regia: Antonio Fasolo

– In un continuo alternarsi tra il rito, le reminiscenze di un’iniziazione all’arte del porcaro, forzatamente interrotta da un’altra iniziazione, quella all’emigrazione (in Europa e in Canada) e quindi alla fabbrica, al terremoto, al ritorno a casa e alla terra di un italiano non “stra-ordinario”.

‘Genesis #2’ regia: Antonio Fasolo

– parte centrale di una trilogia (incompiuta) tratta dal progetto artistico di Luigi Pagliarini, Fatherboard The Super Avatar.

Inoltre parteciperanno: Emergency, Terracina Comitato per Pecs 2010; Cassaintegrati Nexas; Carc,



Sabato 10 Luglio alle ore 19.00 presso la Sala convegni di Villa Tomassini (Piazzal G. Nofi) il Terracina Social Forum ha l’onore di ospitare Benito Li Vigni, uno dei massimi esperti internazionali in fatto di oro nero, indaga a tutto campo sui legami tra «mondo del petrolio» e potere politico-finanziario e inquadra con lucida obiettività le verità nascoste che riguardano il futuro dei giacimenti, le guerre, le tensioni geopolitiche e l’uso dell’«arma petrolifera» da parte dei maggiori produttori, primo fra tutti la Russia. Lungo una sorta di cintura che lega il Sud del mondo, passando dall’Iraq al Sudan e alla Nigeria, per arrivare in Venezuela e Colombia, gli «imperi del profitto» si scontrano e si alleano, alternando una brutale violenza a subdole strategie di potere. La fame di petrolio spinge a mutamenti epocali negli assetti politici internazionali, basti pensare alla silenziosa colonizzazione cinese dell’Africa e a un evento impensabile come l’affacciarsi della flotta militare di Pechino nel Mediterraneo, o alla possibilità che Cuba ridiventi l’epicentro di nuovi sconvolgimenti legati alla contesa dei giacimenti nel Golfo del Messico.
Ad approfittare di questa opaca realtà sono il «gioco sporco» della finanza americana, la speculazione sul greggio, lo scambio armi-petrolio, la corruzione e il saccheggio dell’economia pubblica italiana da parte di lobby che impongono i loro oligopoli. Le conseguenze di questa predazione sono state l’inarrestabile inquinamento ambientale, la recessione e il rialzo del prezzo del barile.
Uno scenario instabile e caotico nel quale si affacciano la speranza della «svolta verde» di Barack Obama, la sua politica estera improntata alla moderazione e lo scontro etico per regolare un potere economico immorale e senza vincoli, del cui esito, si spera positivo, beneficerà il mondo intero. 

Benito Li Vigni (Palermo, 1935) è stato uno stretto collaboratore di Enrico Mattei e ha ricoperto importanti incarichi nel gruppo ENI. È giornalista, libero docente di geopolitica e membro della Commissione Nazionale Energia. È inoltre autore di numerosi libri, tra i quali Omicidi eccellenti (1995), La grande sfida (1996), Il caso Mattei (2003), Le guerre del petrolio (2004), In nome del petrolio (2006).


«In varie parti del mondo si consumano conflitti in cui si cela la predazione delle materie prime, prima fra tutte il petrolio o, meglio, quel che resta del petrolio. I “signori della guerra” e gli Stati si scontrano, si alleano, alternano una brutale violenza e subdole strategie di potere per sfruttare le risorse naturali. I “predatori globali” si insinuano nelle maglie di questo sistema perverso, fino agli angoli più remoti del pianeta per saccheggiarlo delle sue ricchezze»
.

Ingresso gratuito



Lunedì 28 giugno alle ore 21.00 presso la Sala convegni Coop (Piazzale Coop) il Terracina Social Forum ha l’onore di ospitare Luigi de Magistris, Europarlamentare di Italia dei Valori ed ex magistrato. 

Luigi de Magistris, un uomo che amava il proprio lavoro di pubblico ministero, che lo svolgeva con senso del dovere ma anche con molto coraggio, proveniente da una famiglia in cui il padre ed il nonno erano stati a loro volta magistrati, costretto dai poteri forti a rinunciare alla propria passione, al sogno che aveva inseguito fin da quando era bambino.
Dalla sua vicenda, umana e professionale, ha tratto un bellissimo libro: “Assalto al PM. Storia di un cattivo magistrato”, pubblicato a maggio 2010 con la casa editrice Chiarelettere.


«È bene che queste cose gli italiani le sappiano. Espulso il disturbatore de Magistris, la classe dirigente può tornare alla serenità di sempre». (Marco Travaglio)

Le sue indagini: legittime e fondate. La sua cacciata: illecita. Lo ha stabilito la Procura di Salerno: in questo libro dolente e appassionato, per la prima volta, de Magistris racconta tutto. Gli sgambetti dei superiori, come sono nate le inchieste, da quelle meno note ma importantissime (“Shock”, “Artemide”, “Splendor”) fino alle più conosciute “Why not”, “Poseidone” e “Toghe lucane”.
Ecco come opera la “nuova P2”, nella complicità tra insospettabili e criminali. ‘Ndrangheta, colletti bianchi e borghesia mafiosa. Oggi tanto si parla di riforma della giustizia, di durata dei processi, di stop alle intercettazioni. Questa storia esemplare dimostra cosa c’è dietro: la volontà politica di avere una magistratura programmata per servire.
Conclude il testo la postfazione di Antonio Ingroia, procuratore aggiunto a Palermo. In Appendice tutte le lettere e i documenti del caso de Magistris.

Ingresso gratuito



Enrico Berlinguer, segretario del Partito Comunista Italiano, il 7 giugno 1984 fu colpito da un ictus durante un comizio a Padova. Nonostante il malore, proseguì fino alla fine il suo discorso, ma arrivato in albergo, entrò subito in coma. Morì l’11 giugno. 

Il Terracina Social Forum, in collaborazione con la Sezione locale di Rifondazione Comunista, giovedì 10 giugno alle ore 18:00, presso la Sala Convegni COOP presso il piazzale Coop, commemorerà la figura di Enrico Berlinguer.

All’incontro parteciperà Alexander Hobel, dottore di ricerca in Storia presso l’Università “Federico II” di Napoli, studioso del movimento operaio e comunista, borsista dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia.

Alexander Hobel è anche rappresentante dell’Associazione Marx XXI, che nasce dall’esigenza di favorire il processo di unità e autonomia teorica e politica dei comunisti.

Ingresso libero



Continua il giro di pulizie dei giardini pubblici terracinesi,
Il Terracina Social Forum aderisce all’iniziativa indetta dall’associazione Salviamo Terracina: la pulizia dei giardini pubblici di via Bachelet, che sarà effettuata sabato 22 maggio dalle ore 14,30.Info qui: http://www.facebook.com/event.php?eid=127772573899533&index=1

Sarà presente anche un gazebo per la raccolta delle firme per il referendum per l’acqua pubblica.
Vi aspettiamo numerosi!



Continua il giro di pulizie dei giardini pubblici terracinesi.
Sabato 15 maggio, alle ore 10, ci ritroveremo in piazza IV Novembre a Borgo Hermada, come al solito armati di rastrelli, ramazze e sacchetti della spazzatura.
L’iniziativa è organizzata dalle associazioni Comitato Parchi, Terracinaoggixdomani, Terracina Social Forum e Salviamo Terracina ed è aperta a tutti i cittadini.Sarà presente anche un gazebo per la raccolta delle firme per il referendum per l’acqua pubblica.
Vi aspettiamo numerosi! 



Peppino Impastato e Aldo Moro sono morti nello stesso giorno: il 9 maggio 1978, vittime della mafia e del terrorismo.Il Terracina Social Forum, in collaborazione con la Sezione locale di Rifondazione Comunista, a 32 anni dalla loro scomparsa, commemora entrambi con un incontro pubblico, presso la Sala Convegni di Villa Tomassini in viale Europa, Domenica 9 maggio dalle ore 10:00 alle 12:30

Interverranno Antonio Turri, referente per la Regione Lazio dell’associazione antimafia Libera, e Antonello Di Mario, autore del libro “L’attualità di Aldo Moro negli scritti giornalistici”.

Ingresso libero
Durante la manifestazione si raccoglieranno le firme per il referendum per l’acqua pubblica. 

L’incontro si svolge nell’ambito della Festa di Liberazione 2010, organizzata dalla Sezione locale di Rifondazione Comunista e dedicata alla memoria di Peppino Impastato.



Sabato 8 Maggio dalle 18.00 alle 20.00 presso la Sala Convegni di Villa Tomassini in Viale Europa il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Rita Pennarola
“ULTIMI”
Inchiesta sui confini della vita

(Tullio Pironti Editore)
prefazione di Ferdinando Imposimato
Questo libro si propone di sgombrare il campo da tutta la propaganda e da tutte le suggestioni che, in materia di inizio e fine vita, hanno finora oscurato gli aspetti puramente biologici dei due fenomeni. Non è per motivi etici, morali, religiosi o sociali che, come è accaduto finora, i due momenti chiave dell’esistenza vanno ripensati. Il ripensamento nasce dalla comprensione dei diversi passaggi fisiologici che caratterizzano, sulla sola base delle leggi naturali, la nascita e la morte. Due momenti in cui l’essere umano è davvero “ultimo”, privo in se stesso anche di quelle tutele che la natura assegna agli unicellulari per sfuggire ai pericoli. 

Ed è su loro, sugli “ultimi”, che si accendono qui le luci, attraverso una panoramica aggiornata sia delle acquisizioni in materia, sia delle carenze presenti negli impianti legislativi che, nei diversi Paesi, prescindono da una piena e completa consapevolezza delle conoscenze scientifiche relative ai fenomeni cui ci si riferisce, diffondendo fra i cittadini concetti falsi (come il prelievo di organi “da cadavere”) e fuorvianti.

Le truculente manovre del parthial birth ancora praticato negli Usa, o le regole per lo smaltimento dei feti, in Italia e altrove, non sono che alcuni esempi, qui spiegati fino in fondo, di come sia necessario riconsiderare le leggi sull’aborto, tenendo bene in mente solo ciò che ci dice la ricerca sul campo.Rita Pennarola è componente della redazione della rivista La voce delle voci.

Interverranno Andrea Cinquegrani (La voce delle voci), Elvio Di Cesare (Associazione antimafia Antonino Caponnetto), Antonio Turri (associazione Libera).

Ingresso libero
Durante la manifestazione si raccoglieranno le firme per il referendum per l’acqua pubblica. 

L’incontro si svolge nell’ambito della Festa di Liberazione 2010, organizzata dalla Sezione locale di Rifondazione Comunista e dedicata alla memoria di Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio 1978.



Venerdì 7 maggio dalle 17.00 alle 20.00 presso la Sala Convegni di Villa Tomassini in Viale Europa ci sarà un incontro sul Risparmio energetico, energia solare e bioedilizia

Come tecnologia e conoscenza possono tutelare l’ambiente e migliorare la nostra qualità della vita.

Relatori:
Ing. Marco Cipolla, Gaia Engineering;
Geom. Giuseppe Milani, presidente associazione La Terza Pelle;
Geom. Daniele Sacchetti, vicepresidente associazione La Terza Pelle.

Esaurimento delle fonti fossili, impennata dei costi energetici, riscaldamento del pianeta, guerre per il controllo di gas e petrolio… Bisogna cambiare rotta. Tutti e il prima possibile.
Quando si acquista un’automobile nuova o un elettrodomestico si tiene in considerazione di quanti chilometri percorre con un litro o quanti kWh consuma una lavatrice per un lavaggio a ciclo economico, ma non ci si chiede mai quanto consumi una casa in un anno e si preferisce solo pensare a comprare un sanitario bello e magari una tipologia di mattonato particolare.
L’idea di fondo questa iniziativa è quella di informare i cittadini e le imprese, edili e non solo, riguardo agli interventi inerenti al risparmio energetico, alla bioedilizia, all’installazione di impianti a fonti energetiche rinnovabili e alle agevolazioni fiscali di cui godono questi interventi.
Le entità proponenti l’iniziativa, Gaia Engineering e Terracina Social Forum, sono impegnate in una campagna di sensibilizzazione sul risparmio delle risorse e sull’utilizzo intelligente dei beni. Esempio evidente di tutto ciò è la costituzione di due gruppi d’acquisto solidale, uno dei quali specifico per gli impianti fotovoltaici.

Ingresso libero
Durante la manifestazione si raccoglieranno le firme per il referendum per l’acqua pubblica. 

L’incontro si svolge nell’ambito della Festa di Liberazione 2010, organizzata dalla Sezione locale di Rifondazione Comunista e dedicata alla memoria di Peppino Impastato, ucciso il 9 maggio 1978.



Il Terracina Social Forum aderisce all’iniziativa indetta dal Comitato Parchi di Terracina.
L’appuntamento è per domenica 2 maggio alle ore 10 presso la Pineta di Terracina.
Ognuno porti gli attrezzi di cui dispone, oltre a tanta buona volontà.



Saremo in piazza per la raccolta firme sabato 24 dalle 10.30 alle 19.30 in piazza Garibaldi e domenica 25 dalle 10.30 alle 19.30 in piazza Mazzini. 

Alcuni punti raccolta firme sono su http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=53&Itemid=65



Sabato 13 e Domenica 14 Marzo dalle ore 10.30 i volontari del Terracina Social Forum allestiranno il banchetto della UILDM in piazza Garibaldi a Terracina.Protagoniste della manifestazione saranno le Farfalle della Solidarietà, due coloratissime farfalline di peluche ripiene di ovetti di cioccolato che da venerdì 12 a domenica 14 marzo verranno distribuite da migliaia di volontari UILDM in oltre 500 piazze delle principali città italiane, a fronte di un contributo minimo di 5 euro l’una e assieme a materiale informativo sull’Associazione e sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. 

Queste ultime sono patologie genetiche caratterizzate dalla progressiva degenerazione e indebolimento dei muscoli volontari e nelle forme più gravi – tra cui la distrofia di Duchenne e l’amiotrofia spinale (SMA) – la persona che ne è colpita perde via via la capacità di camminare e stare in piedi, anche in giovane età.
Per sapere in quali altre città italiane saranno vendute le farfalline, www.uildm.org

Inoltre, si può contribuire a finanziare la campagna inviando, dal 6 al 14 marzo, un SMS solidale al numero 45504.



Venerdì 12 Marzo alle ore 17.30 presso la Sala convegni della Coop (Piazzale Coop), il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di V. Bettini e G. Nebbia:
“IL NUCLEARE IMPOSSIBILE.
Perchè non conviene tornare al nucleare.»”

(Ed. UTET)Ingresso gratuito 

“Il nucleare impossibile” illustra, attualizzandole, le ragioni per cui, negli anni ‘80, l’Italia decise di uscire dal nucleare a seguito dell’incidente di Cernobyl.
Spiega poi:
1) che il nucleare non è ad emissione zero e che, sulla base di tecniche di valutazione integrata risulta che il ciclo nucleare presenta fasi di lavorazione ad alta intensità di emissione di CO2;
2) che il ricorso al nucleare non esaurisce la problematica della sicurezza degli approvvigionamenti energetici, sia in termini di continuità di forniture sia di disponibilità di fonti di energia;
3) che la generazione di energia da fonte nucleare è ben lungi dall’essere economicamente conveniente;
4) che a fronte del rilancio del nucleare resta irrisolto il problema dei residui radioattivi, del ritrattamento, del combustibile misto e del rischio di proliferazione militare;
5) che il programma nucleare italiano, in questo contesto, si rivela insensato per molte ragioni (carenze nella ricerca, carenze nel sistema industriale e tecnologico, sicurezza).
Tra gli autori:
Virginio Bettini,professore di Analisi e Valutazione Ambientale all’Università IUAV di Venezia.
Giorgio Nebbia, professore emerito di Merceologia all’Università di Bari.
Chiara Rosnati, professore di Valutazione di Impatto Ambientale all’Università di Sassari.
Angelo Baracca, professore di Fisica presso l’Università di Firenze.
Giorgio Ferrari, Università di Firenze.
Daniele Rovai, esperto della realtà SOGIN.
Sabato 13 marzo il libro sarà presentato anche a Latina presso la sede del Circolo Legambiente di Latina.



Sabato 6 Marzo alle ore 17.30 presso la Sala convegni della Coop (Piazzale Coop), il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Aprati Laura e Fierro Enrico:
“MALITALIA.
Storie di mafiosi, eroi e «cacciatori»”

(Ed. Rubbettino)Ingresso gratuito 

La mafia non è più quella delle coppole e delle lupare. Si occupa di economia, banche e finanze, e condiziona la politica. Spara sempre meno e fa sempre più affari. Dal Sud, seguendo la linea della palma di cui parlava Sciascia nel Giorno delia civetta, ha risalito la penisola e si è radicata al Nord. In Sicilia, Calabria e Campania è in corso un conflitto, silenzioso e inarrestabile. Malitaiia racconta tutto questo. Storie e uomini, spesso dimenticati, di una guerra quotidiana. Il libro, a più voci, narra di carnefici e vittime. Dall’ultimo capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, alla prima vittima dei casalesi Salvatore Nuvoletta. Dal paese più povero d’Italia ai boss globali, con la prefazione di Franco Di Mare e le conclusioni del Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso. Il dvd è un viaggio, un film dal vero che mostra le “facce”, le trame criminali, la lotta quotidiana di chi è stato usurato e di chi ha deciso di collaborare con la Legge. Un percorso scandito dalle parole di don Luigi Ciotti e Dacia Maraini.
Laura Aprati, gioranlista pubblicista e autrice televisiva, ha collaborato a trasmissioni di RAI 1 come “Linea Verde” e “Italia che vai”. Si occupa anche di sviluppo e comunicazione territoriale.
Enrico Fierro, giornalista, scrive per Il Fatto Quotidiano ed è stato inviato speciale dell’Unità. Ha scritto “Dieci anni di potere e terremoto”, “O ministro. La Pomicino story”, “E adesso ammazzateci tutti”, “Ammazzati l’onorevole”, “La santa – viaggio nella ‘ndrangheta sconosciuta”.



Sabato 6 e Domenica 7 Marzo dalle ore 10.30 tornano le tradizionali giornate di raccolta fondi dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.
I volontari del Terracina Social Forum allestiranno il banchetto dell’AISM in piazza Garibaldi a Terracina.Le gardenie costano 13 euro. 



Venerdì 05 Marzo alle ore 17.30 presso la Sala convegni della Coop (Piazzale Coop), il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Giovanni La Torre:
“IL GRANDE BLUFF.
Il caso Tremonti.
Vita, opere e pensiero del genio dell’economia Italiana”

(Ed. Melampo)Ingresso gratuito 

È impressionante e inspiegabile al tempo stesso il successo di pubblico che hanno le idee di Tremonti. Inspiegabile perché, come viene dimostrato in queste pagine, il suo pensiero sul piano scientifico è di dubbia consistenza. E irritanti risultano le frequenti contraddizioni – che riguardano praticamente tutti gli argomenti di sua competenza – in cui cade il ministro. Molti, soprattutto noti economisti, lo dicono in privato, ma si guardano bene dall’affermarlo in pubblico (in fondo si tratta pur sempre di uno degli uomini più potenti d’Italia). Ecco il ritratto non autorizzato di Giulio Tremonti, “superministro” dell’economia per antonomasia: genio della “finanza creativa”, prima oppositore e poi difensore del famoso condono fiscale, alfiere della cartolarizzazione degli immobili pubblici, autore di troppe una tantum e dell’eliminazione delle tasse di successione, inventore della pornotax, euro-scettico, fervente sostenitore di dazi e dogane, “leghista con la tessera di Forza Italia”, amante di giochi di parole e di citazioni dotte. È arrivato il momento di affrontare “il caso Tremonti”, perché le teorie del nostro ministro dell’Economia e delle Finanze in servizio permanente effettivo rischiano di portare il Paese sull’orlo del fallimento. Prefazione di Curzio Maltese.



Giovedì 25 febbraio alle ore 17.30 presso la Sala convegni della Coop (Piazzale Coop), il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Maurizio Pallante:
“LA DECRESCITA FELICE.
La qualità della vita non dipende dal PIL”

(Ed. per la Decrescita Felice)Ingresso gratuito 

Generalmente si crede che la crescita economica consista nella crescita dei beni materiali e immateriali che un sistema economico e produttivo mette a disposizione di una popolazione nel corso di un anno. In realtà l’indicatore che si utilizza per misurarla, il prodotto interno lordo, si limita a calcolare, e non potrebbe fare diversamente, il valore monetario delle merci, cioè dei prodotti e dei servizi scambiati con denaro. Il concetto di bene e il concetto di merce non sono equivalenti. Non tutti i beni sono merci e non tutte le merci sono beni.
La frutta e la verdura coltivate in un orto familiare per autoconsumo sono beni qualitativamente molto migliori della frutta e della verdura acquistate al supermercato. Ma non passano attraverso una intermediazione mercantile, per cui non sono merci. Soddisfano il bisogno di nutrirsi in modi più sani e più gustosi dei loro equivalenti prodotti per essere commercializzati, non sono stati prodotti con veleni e prodotti di sintesi chimica, non hanno impoverito l’humus, non hanno contribuito a inquinare le acque, ma fanno diminuire il prodotto interno lordo perché chi autoproduce la propria frutta e verdura non ha bisogno di andarla a comprare…

Leggi tutto



Sabato 20 febbraio alle ore 17.30 presso la Sala convegni della Coop presso il Piazzale Coop, il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Marco Bersani “Nucleare, se lo conosci lo eviti” (Edizioni Alegre).A volte ritornano. Con gli stessi argomenti. Con la stessa potenza economica, politica e massmediatica. Il Governo Berlusconi si appresta a rilanciare la produzione in grande scala dell’energia nucleare, nonostante il popolo italiano si sia già pronunciato contro a larghissima maggioranza nel referendum del 1987. 

Come questo libro dimostra dettagliatamente, oggi come allora, gli argomenti portati a favore sono inconsistenti: non è vero che il nucleare sarà l’energia del futuro, che è economicamente competitivo, che serva a ridurre le emissioni di gas serra, che non ci siano alternative.

Mentre sono drammaticamente veri i ripetuti incidenti e la produzione di scorie altamente radioattive che irresponsabilmente consegneremo alle prossime diecimila generazioni. Senza contare la proliferazione del nucleare militare, di cui l’uso “civile” è figlio riconosciuto.

Venti anni fa un forte movimento sconfisse la follia nucleare, ma non riuscì a costruire un altro modello energetico e di società. Oggi, un nuovo movimento antinucleare dovrà nascere nei territori e nelle piazze di questo Paese.

Marco Bersani, laureato in Filosofia, è Dirigente comunale dei servizi sociali. Socio fondatore di Attac Italia, è membro del Consiglio nazionale dell’associazione. Fra i portavoce del Genoa social forum nel luglio del 2001, sempre attivo nei movimenti di lotta per la difesa dei beni comuni, è fra i promotori del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua.
Nel 2007 ha pubblicato “Acqua in movimento” (Edizioni Alegre).

Ingresso gratuito



Sabato 13 febbraio alle ore 17.00 presso la Sala convegni della Coop presso il Piazzale Coop si terrà un incontro-dibattito con il consigliere provinciale Domenico Guidi durante il quale si analizzerà il ciclo dei rifiuti nella Provincia di Latina e nell’ambito della Regione Lazio, approfondendo le questioni relative alla raccolta differenziata e alla realizzazione di nuovi inceneritori, nonché alla chiusura di quelli esistenti. 

Gli inceneritori o termovalorizzatori che dir si voglia, sono nocivi per la salute, per cui va abbandonato quel tipo di logica e favorito il più possibile il riciclaggio, il riuso e la riduzione dei rifiuti.

Occorre, in altre parole, un piano dei rifiuti eco-compatibile.


Ingresso gratuito



Gli Indiani e l'America (Galzerano editore)

Sabato 16 gennaio alle ore 17:30 presso la Sala Convegni della COOP (piazzale Coop) Il Terracina Social Forum ha il piacere di presentare il libro di Antonio di Fazio “Gli Indiani e l’America” (Galzerano editore).

All’incontro sarà presente l’antropologa Ramona De Virgilio.

Non si tratta dell’ennesima “storia” degli Indiani d’America improntata ad esotismo, ma di una rilettura radicale della storia americana, della formazione di una nazione e di un sistema capitalistico, che ha richiesto e richiede le sue vittime.

Questa indagine perciò non si limita ad elencare gli episodi di guerra e le stragi perpetrati dall’una e dall’altra parte, ma inserisce la lotta indiana nell’intera storia americana ed occidentale, come resistenza al capitalismo, come esempio possibile di transizione verso una società democratica e solidaristica, infine come proposta di valori che decisamente ripongono l’uomo al centro dell’universo.

Antonio Di Fazio, nato a Ferentino nel 1940, già docente di Italiano e Latino, già Preside nei Licei, risiede a Fondi (LT). Si interessa di storia, didattica e politica scolastica.

Nel 2001 ha fondato la rivista di storia “Annali del Lazio Meridionale” di Fondi, di cui è direttore. Ha pubblicato “Popolo e cultura a Fondi” (1983), “L’Inchiesta Jacini nel Circondario di Gaeta” (1991), “Contadini e Borghesi a Fondi” (2000), “Giulia Gonzaga e il movimento di riforma” (2003), “In interiore homine…” (2008).



No alla privatizzazione dell'acqua
Sabato 9 gennaio alle ore 18:00 presso la Sala Convegni di Villa Tomassini in Piazza G. Nofi a Terracina ci sarà un incontro-dibattito sul tema della privatizzazione dell’acqua, con particolare riferimento alla situazione locale.

Ingresso gratuito





Amianto

Lunedì 7 dicembre alle ore 17:30 presso la sala convegni di Villa Tomassini a Terracina ci sarà la presentazione del libro:

“AMIANTO. Storia di un serial killer”

di Stefania Divertito 

Con la partecipazione di Stefania Divertito


ingresso gratuito

Una giovane giornalista decide di percorrere la via crucis dell’amianto. Nelle scuole elementari, nelle case di periferia, sulle navi che ancora oggi intossicano i porti, nelle fabbriche, racconta di chi deve combattere contro l’ottusità delle burocrazie (e l’indifferenza di un’intera classe politica) che trasforma in un calvario anche una semplice richiesta di pensione. S’invecchia così, dopo aver maneggiato l’amianto per una vita: con l’incubo di non poter sostenere la famiglia, e la certezza che prima o poi l’ossigeno verrà a mancare, perché la polvere d’amianto non fa distinzioni. Arriva, si deposita e uccide…



Venerdì 4 dicembre alle ore 21:00 presso presso la Sala Convegni di Villa Tomassini a Terracina ci sarà la proiezione del film:


“VIDEOCRACY”

Regia: Erik Gandini
Anno di produzione: 2009
Durata: 85′
Tipologia: documentario
Genere: sociale
Paese: Svezia 


Ingresso €. 4,00

“Ci sono voluti trent’anni di fanciulle scosciate e giovanotti palestrati, di casalinghe disperate e quiz milionari, di reality irreali, di gossip e volgarità eretti a sistema.
Un lavoro lungo e paziente, che alla fine però ha fatto centro: la tv in Italia ha preso il posto della democrazia.
È la tesi di Videocrazy: 80 minuti di reportage spietato sull’Italia berlusconiana, le sue mutazioni antropologiche e culturali, firmati da Erik Gandini, regista quarantenne originario di Bergamo ma traslocato a 18 anni in Svezia.”



La Bolla
Venerdì 4 dicembre alle ore 18:00 presso la sala convegni di Villa Tomassini a Terracina ci sarà la presentazione del libro:

“LA BOLLA”

di Curzio Maltese
(la pericolosa fine del sogno Berlusconiano)
Con la partecipazione di Curzio Maltese
ingresso gratuito
“Ci stanno rubando il futuro!” hanno gridato nelle piazze di tutta Italia gli studenti del movimento dell’Onda. Ma lo stesso grido potrebbe accomunare in realtà l’intero paese. Perché l’Italia si è fermata, ha perso la capacità di progettare il futuro, e la crisi economica non fa altro che rendere più visibile e più dolorosa una malattia contratta già da tempo. Il collasso è la radiografia impietosa ma reale di un paese che non sa più proiettarsi in avanti. Che spreca le sue migliori risorse intellettuali non riconoscendo loro alcun merito e costringendole a emigrare…



Sabato 28 novembre alle ore 18:00 presso la Sala convegni della Coop Il Terracina Social Forum è lieto di presentare un romanzo scritto da un terracinese:
“Il latitante”
di Adriano Di Stazio
(Genesi editore).
Il libro narra l’epopea di un bandito sardo divenuto latitante per non avere commesso il terribile omicidio aggravato da una violenza carnale di cui è ingiustamente accusato dalla m…agistratura di Nuoro. Come un animale braccato dai cacciatori, che in questo caso sono i carabinieri, Alfonso Angius spende l’intera esistenza nella latitanza, ai margini del mondo civile, nel quale conserva solo il legame con l’adorata moglie Inelda Mura, mentre si rovina irrimediabilmente il rapporto con il figlio Silio.
Adriano Di Stazio è nato a Terracina nel 1940, dove risiede con la famiglia.
Dopo aver lavorato per 20 anni nella centrale nucleare di Latina, Di Stazio ha lavorato come agente di commercio per aziende spagnole con lunghi soggiorni in Venezuela, Stati Uniti ed altri Paesi, assimilando esperienze che gli hanno consentito di scrivere diversi romanzi
Di Stazio è un autodidatta diplomato geometra, si definisce scrittore della strada, libero da pregiudizi e da protettori.



Giovedì 26 novembre a Terracina si terrà un convegno sulla bioedilizia, organizzato dall’associazione La Terza Pelle in collaborazione con il Terracina Social Forum.

L’iniziativa si svolgerà presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Commerciale “A. Bianchini” (via Marandola).

Questo è il programma del convegno:

ore 17:00, geom. Giuseppe Milani: presentazione di La Terza Pelle ed introduzione alla bioedilizia;ore 17:30, geom. Daniele Sacchetti: la bioedilizia nel contesto provinciale;

ore 18:00, geom. Claudio Mangani: la tecnologia in bioedilizia;

ore 18:30-19:00: tavola rotonda e chiusura del meeting.

La bioedilizia, o bioarchitettura, consiste nell’applicazione di criteri di ecosostenibilità nel campo dell’edilizia.
La bioedilizia sfrutta prodotti naturali per la realizzazione di strutture, opere ed edifici realizzati in materiali ecocompatibili.
Viene preso in considerazione anche il risparmio energetico.

La finalità è quella di tutelare l’ambiente e la salute delle persone che trascorreranno del tempo all’interno dell’edificio.

L’associazione La Terza Pelle è costituita da professionisti che operano nella provincia di Latina. Il nome è strettamente legato al tema della bioedilizia: per gli esseri umani la prima pelle è l’epidermide, la seconda pelle sono i vestiti, la terza pelle sono gli edifici.



Tutti gli eventi saranno presentati presso la Tensostruttura di Viale delle Arene (dietro il Palazzetto dello sport di Terracina).

Sabato 24 ottobre
ore 16:30
“L’UNTO DEL SIGNORE”
di Udo Gumpel e Ferruccio Pinotti
(I rapporti di Berlusconi con il Vaticano e l’Opus Dei).
Con la partecipazione di Udo Gumpel.
Ingresso Gratuito

~~~

Sabato 24 ottobre
ore 18:00
“LA PAGA DEI PADRONI”
di Gianni Dragoni e Giorgio Meletti
(Come e quanto guadagnano i protagonisti del capitalismo all’italiana).
Con la partecipazione di Gianni Dragoni.
Ingresso Gratuito

~~~

Domenica 25 ottobre
ore 11:00
“LA FINANZIARIA SIAMO NOI”
di Stefano Lepri
(Dove finiscono i soldi dei cittadini. Il potere delle lobby, i conti dello Stato).
Con la partecipazione di Stefano Lepri.
Ingresso Gratuito

~~~

Domenica 25 ottobre
ore 16:00
“IL PATTO”
di Dino Pesole e Francesco Piu
(Cittadini e Stato: dal conflitto a una nuova civiltà fiscale).
Con la partecipazione di Dino Pesule.
Ingresso Gratuito

~~~

Domenica 25 ottobre
ore 17:30
“LA CURA”
di Michele Ainis
(Meritocrazia, lobby, ordini professionali e quote rosa).
Con la partecipazione di Michele Ainis.
Ingresso Gratuito

~~~

Domenica 25 ottobre
ore 21:00
“PRIMA DEL NUOVO GIORNO”
di Francesco Mistretta
(Spettacolo teatrale sulla Resistenza).
Ingresso Gratuito


Iscriviti al nostro Gruppo su Facebook



Sabato 24 Ottobre presso la Tensostruttura in Viale delle Arene, dietro il Palazzetto dello sport, alle ore 20:45 si terrà lo spettacolo di e con Ulderico Pesce “Storie di Scorie“.

I biglietti acquistati per la rappresentazione dell’11 settembre, purtroppo rinviata, sono validi, il costo dei biglietti è stato uniformato a €. 5,00 chi avesse acquistato il biglietto a €. 10,00 può farlo presente al momento dell’ingresso e gli verranno resi i soldi oppure lo potrà considerare valido per due persone.


Iscriviti al nostro Gruppo su Facebook



Il Terracina Social Forum organizza sabato 17 ottobre 2009 alle ore 17,30, presso la sala convegni della Coop, la presentazione del libro di Alessandro Iacuelli “Le vie infinite dei rifiuti” (Rinascita Editore) 

Nell’ambito della collaborazione instaurata con il Circolo Arcobaleno di Legambiente Latina, il giorno prima (venerdì 16 ottobre) il libro sarà presentato alle ore 18,15 presso la libreria “Piermario & C.” di Latina (via Carlo Armellini, 26).

L’autore sarà presente in entrambi gli eventi.

Ingresso gratuito


Iscriviti al nostro Gruppo su Facebook



Sabato 10 e Domenica 11 ottobre in occasione della raccolta fondi “Una Mela per la Vita” i volontari dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla saranno presenti in oltre 3.000 piazze italiane per promuovere nei confronti del grande pubblico le attività dell’AISM e raccogliere contributi per sostenere la ricerca scientifica e i servizi sanitari e sociali dedicati alle persone colpite dalla malattia.

Inoltre, per finanziare l’AISM si può inviare un SMS solidale al 48543 per raccogliere fondi per il progetto biennale di ricerca “I fattori di rischio nella sclerosi multipla: uno studio internazionale caso-controllo”.

A Terracina il banchetto AISM sarà presente a piazza Garibaldi nelle due giornate, dalle 10,30 alle 13 e dalle 17 alle 20. Durante l’iniziativa i volontari dell’AISM potranno usufruire della collaborazione del Terracina Social Forum, tra le cui finalità vi è anche quella di promuovere la diffusione e le attività di altre associazioni di volontariato nel territorio terracinese.

Per informazioni sulle piazze italiane in cui saranno presenti i volontari dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla,

www.aism.it/piazze.aspx?idss=11.


Iscriviti al nostro Gruppo su Facebook



Il Terracina Social Forum in collaborazione con il Circolo Legambiente di Latina organizza sabato 19 settembre 2009 dalle 21.00 alle 23.00 presso la Sala Convegni di Villa Tomassini in Piazza Gigi Nofi il Convegno sull’Energia Nucleare e sulle fonti d’energia rinnovabili dal titolo: 

“Nucleare – perché no, rinnovabili – perché sì”

Ingresso gratuito


Iscriviti al nostro Gruppo su Facebook

Annunci