Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

O, meglio, sino-deep State?

Prima premessa: ragionare in termini di Stato-nazione o di sistema-Paese significa ragionare in “modalità novecentesca”.

È proprio il caso di dire che chi ragiona ancora così dovrebbe… aggiornare l’antivirus.

Seconda premessa: parecchi italiani sono provinciali ed autorazzisti. Pensano che la propria classe politica sia venduta agli stranieri. Ma lo pensano solo dei politici italiani. I politici di altre nazionalità sono… immuni.

Eppure nel 2011 la Libia fu attaccata e Gheddafi ucciso perché, tra i vari motivi dell’attacco bellico, c’era il fatto che aveva finanziato la campagna elettorale dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy e non si doveva sapere.

Negli ultimi anni, inoltre, il Qatar ha finanziato a tutto spiano partiti e politici di vari Paesi occidentali.

Sugli strani rapporti tra politici statunitensi e politici iraniani abbiamo parlato in questo nostro articolo: https://terracinasocialforum.wordpress.com/2020/01/09/siamo-proprio-sicuri-che-i-rapporti-usa-iran-siano-cosi-conflittuali.

Si è poi discusso a non finire del Russiagate e dei possibili legami tra Russia e Trump, ma non è stato trovato uno straccio di prova che confermasse le accuse.

Però nel 1996, negli USA, c’è stato un altro evento simile al Russiagate.

Ora veniamo al giorno d’oggi.

Sul tema coronavirus nella controinformazione si sono fatte strada due ipotesi:

1) è un’arma batteriologica statunitense;

2) è un’arma batteriologica cinese.

Prima di tutto, cerchiamo di capire se i cinesi hanno ottenuto dei vantaggi dalla pandemia, poi torniamo al 1996.

Ecco i possibili vantaggi per il Dragone:

1) I tassi di crescita economica straordinari non potevano essere realizzati a lungo, anzi, vari esperti parlavano di una possibile recessione cinese. Ora la Cina ha l’alibi per giustificare lo stop della crescita.

2) Le proteste ad Hong Kong sono terminate.

3) Il presidente Xi Jinping ha rafforzato i suoi poteri e, soprattutto, la sua immagine, sia all’interno che all’estero.

4) Le vittime, su una popolazione totale di 1,4 miliardi di cinesi, sono irrisorie.

5) Sul piano del cosiddetto “soft power”, adesso la Cina si pone come una soluzione, non più come un problema da isolare, avendo raccolto enormi quantità di dispositivi medici e di dati scientifici sull’infezione.

6) Ora è in difficoltà il resto del mondo, con sistemi sanitari in crisi, aziende facilmente acquistabili a prezzi di saldo con attività predatorie e maggiori possibilità di proporre investimenti cinesi (Nuova Via della Seta, 5G, ecc.).

Interessante, poi, quanto scrive Pepe Escobar qui: https://comedonchisciotte.org/la-cina-e-impegnata-in-una-guerra-ibrida-con-gli-usa.

Notevole questo passaggio:

La Russia, con una mossa nei confronti di Riyadh degna di Sun Tzu, mossa il cui risultato finale è stato un petrolio molto più a buon prezzo, ha contribuito, a tutti gli effetti pratici, a dare il via all’inevitabile ripresa dell’economia cinese. Ecco come funziona una partnership strategica.

Tra l’altro, in Russia si registrano pochi casi di contagio da coronavirus, e Putin ha subito chiuso gli oltre 4.000 km di frontiera con la Cina.

Una “soffiata”? Oppure Putin ha i migliori servizi segreti del mondo? Tutto è possibile.

Infine, la domanda cruciale: e se l’obiettivo fosse Donald Trump? Impedirgli di essere rieletto?

Ora torniamo al 1996.

In quell’anno i cinesi attivarono la procedura di acquisto di Magnequench, un’azienda statunitense con sede a Valparaiso, nello Stato dell’Indiana, la quale produceva magneti per bombe, per missili teleguidati e per altri dispositivi bellici.

General Motors, proprietaria di Magnequench, aveva accettato di vendere l’azienda ai cinesi in cambio dell’autorizzazione ad aprire una fabbrica di automobili a Shanghai.

Le unità del Dipartimento della Difesa USA predisposte al controllo delle acquisizioni di aziende statunitensi ad opera di stranieri, segnalarono più e più volte che l’operazione Magnequench avrebbe messo a rischio la sicurezza nazionale americana.

Eppure l’amministrazione USA ignorò quelle segnalazioni.

Magnequench fu acquistata, lo stabilimento fu chiuso (con grave danno all’occupazione locale) e riaperto in Cina. I cinesi acquisirono la tecnologia per realizzare i cosiddetti “missili ammazza portaerei”.

Il tutto ebbe inizio proprio mentre il presidente in carica Bill Clinton era impegnato nella campagna elettorale per il secondo mandato.

Chinagate?

I cinesi hanno finanziato la campagna elettorale di Clinton?

Che legami hanno i cinesi con il Partito Democratico statunitense e, quindi, con il deep State USA?

L’obiettivo è far perdere le prossime elezioni a Donald Trump?

Un sentito ringraziamento a G. per averci fornito degli interessantissimi spunti di riflessione e, detto questo…

… continuate a vedere la televisione.

Commenti su: "E se fosse un’arma sino-americana?" (1)

  1. Pharmageddon ha detto:

    https://disinformazione.it/2019/02/06/litalia-dipende-dalle-case-farmaceutiche/

    https://aim4truth.org/2017/03/26/5663/ (articolo in inglese)

    Da quando la sanità tutela di più i profitti delle aziende ospedaliere e di big pharma? Le persone, anche se si vuole far credere il contrario, sono diventate
    prodotti di consumo. Qualcuno si è chiesto come si fa a stare in salute senza uscire più di casa, stare al sole e all’aria aperta? Gran parte della gente vive in appartamenti costruiti dai palazzinari che invece se lo possono permettere.
    Se riuscite a scaricare la mappa europea-pharmaceuticals dei dei siti
    produttori di farmaci e protesi, (25 megabites circa), installati solo sui territori degli statie europei: http://www.latenemaps.com (Station House, Shankill, Co. Dublin, Ireland – Tel: +353 12847914 – Fax +353 12826311 – Email: enquiries@latenemaps.com), si renderebbe conto che quello che sta accadendo oggi, la pandemia globale, avrebbe potuto essere la realtà, per loro un sogno, per noi un incubo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...