Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Dal sito Internet http://www.ecoseven.net/ambiente/inquinamento/tracce-dil-diserbante-chimico-nei-campioni-di-urina-degli-americani

TRACCE DI DISERBANTE CHIMICO NEI CAMPIONI DI URINA DEGLI AMERICANI

Poco più di un mese fa, il Parlamento Europeo ha votato per il rinnovamento dell’autorizzazione all’uso del glifosato per altri 7 anni in agricoltura, ma questo non ha fermato il dibattito che imperversa da tempo riguardo all’uso di questo diserbante, che non si ferma, infatti, ai soli confini europei.

Negli Stati Uniti, il glifosato è ampiamente utilizzato nelle colture geneticamente modificate, che lo richiedono per liberare i campi dalle erbacce, e non solo non tiene conto delle piante e degli animali che non sono progettati per resistergli, ma non tiene conto nemmeno dei rischi connessi con gli esseri umani.

A quanto dicono i test indipendenti condotti dalla University of California di San Francisco, questo prodotto chimico sarebbe presente nel 93% dei campioni di urina analizzati dei cittadini americani. Questi test sono stati organizzati e sostenuti da The Detox Project e commissionati dall’Organic Consumers Association, ma le informazioni che hanno rivelato non riescono a risolvere il dibattito. Il glifosato è cancerogeno oppure no? Il fatto che entri nel nostro corpo e venga trovato nelle nostre urine in che modo può nuocerci?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità l’anno scorso lo aveva definito «probabile cancerogeno», le associazioni ambientaliste avevano iniziato – e continuano – a combatterlo indefessamente, ma il Parlamento Europeo ha prolungato le autorizzazioni e molte altre autorità negano queste accuse – perfino una recente revisione di sicurezza dell’OMS e della FAO (Food and Agricolture Organisation) ha indicato una dose giornaliera accettabile di un massimo di 1 milligrammo per ogni kg corporeo.

Insomma, quello che ci chiediamo è: cosa dobbiamo fare? Il glifosato è un pericolo per la nostra salute o un rischio valutato?

In attesa di risposte meno contraddittorie, seguire una dieta biologica e informarci sulla provenienza di quello che consumiamo è sempre la migliore cosa che possiamo fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...