Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Dal quotidiano gratuito Metro del 2 febbraio 2016

AMIANTO, ARSENALE DOVRÀ RISARCIRE

di Stefania Divertito

Una sentenza destinata a fare precedente per centinaia di vittime dell’amianto. L’Arsenale de La Spezia della Marina Militare è stato condannato a risarcire 300.000 euro ai figli di un operaio morto per un tumore polmonare contratto per aver respirato fibre di amianto negli anni ’60. L’uomo lavorò in un capannone dell’Arsenale percorso da tubi di riscaldamento fasciati da amianto che si sfaldava. Nel 2007, a distanza di 40 anni da quell’esposizione, gli fu diagnosticato un tumore ai polmoni che nel giro di pochi mesi lo portò alla morte, a 68 anni.

L’Avvocatura dello Stato, che difendeva la Marina Militare, aveva invece sostenuto nel procedimento l’assenza di responsabilità del datore di lavoro, in quanto negli anni ’60 nessuno sapeva che l’amianto fosse cancerogeno. In realtà i primi studi sulla tossicità dell’amianto risalgono agli inizi del Novecento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...