Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Dal sito Internet http://www.tuttogreen.it/ecco-10-alimenti-pericolosi-venduti-negli-usa-ma-vietati-in-europa/

ECCO 10 ALIMENTI PERICOLOSI VENDUTI NEGLI USA MA VIETATI IN EUROPA

di Elle

Ecco 10 alimenti pericolosi venduti negli USA ma vietati in Europa e di cui tutti dovremmo essere al corrente. In realtà la legislazione europea è decisamente più stringente in questo settore, per cui, state tranquilli!

1. Latte con l’ormone della crescita. Il latte e i prodotti caseari provenienti da animali a cui è stato somministrato l’ormone artificiale per la crescita bovina, conosciuto come rBGH, sono prodotti pericolosi: quest’ormone, copia di quello naturale, infatti, è potenzialmente in grado di sortire effetti cancerogeni sull’organismo. La versione “sintetica” dell’ormone somatropina è bandita in Paesi come Australia, Nuova Zelanda, Israele, Canada e Unione Europea.

2. Polli all’arsenico. I polli possono essere alimentati con mangimi addizionati all’arsenico al fine di favorire un rapido aumento di peso e rendere la carne più fresca e rosea; la pericolosità di questi prodotti è legata all’ingestione dell’arsenico, in grado di produrre effetti mortali. Vietato in Europa, questa sostanza è stata considerata sicura dalla FDA (Food and Drug Administration) degli USA in quanto “organica” mentre l’arsenico inorganico avrebbe un noto effetto cancerogeno. Anche in America, tuttavia, da più parti si richiede di bandire l’impiego di questa sostanza.

3. Carne con ractopamina. La carne di animali a cui è stata somministrata la ractopamina, uno steroide responsabile di un’accelerazione nella crescita ponderale e della riduzione nel contenuto complessivo di grassi è venduta regolarmente negli USA. Questa sostanza è stata bandita in 160 Paesi tra Europa, Russia, la gran parte della Cina e della Repubblica di Cina (Taiwan).

4. Pane con bromato di potassio. Utilizzato come additivo per sbiancare le farine e favorire la lievitazione riducendo i costi il bromato di potassio ha conosciuto una diffusione massiccia che molti studiosi collegano a danni a carico del sistema nervoso, problemi alla tiroide, disturbi gastrointestinali e rischio di insorgenza del cancro; l’impiego di bromato di potassio è stato vietato in Canada, Cina ed Europa.

5. Bibite agli olii vegetali bromurati. In alcune bevande al gusto di agrumi o negli integratori utilizzati dagli sportivi sono presenti sostanze come i BVO, ovvero gli oli vegetali bromurati, brevettati in origine da aziende chimiche come ritardanti di fiamma. Bandito in oltre 100 Paesi e recentemente eliminata anche in bibite come Coca Cola e Pepsi, il BVO può causare problemi di fertilità e causare disturbi comportamentali, oltre a manifestarsi attraverso eruzioni cutanee, acne, perdita dell’appetito, stanchezza e aritmie cardiache.

6. Coloranti artificiali. Presenti in moltissimi cibi (dalle bevande al formaggio passando per le caramelle), i coloranti artificiali sono derivati chimici del petrolio. Banditi in Norvegia, Austria, Finlandia, Francia e Regno Unito, possono causare seri problemi alla salute essendo potenzialmente responsabili di gravi patologie come tumore cerebrale, deterioramento del sistema nervoso e iperattività nei bambini, solo per citarne alcune.

7. Olestra. Noto con il nome commerciale Olean proposto da Procter&Gamble che lo ha inventato, è un grasso privo di calorie impiegato negli snack senza grassi, come le patatine fritte. Bandito nel Regno Unito e in Canada, l’olestra compromette la capacità dell’organismo di assorbire vitamine liposolubile come A, D, E, K; sono state pertanto registrate reazioni avverse manifestate attraverso problemi intestinali come crampi e diarrea.

8. Alimenti con conservanti BHA (butilidrossianisolo) e BHT (butilidrossitoluolo). Indicati in etichetta con le sigle E320 ed E321, sono sostanze facili da trovare in molti alimenti come i cereali per la colazione, i mix di noci, le gomme da masticare, burro, carne e patate disidratate. Sembra che il BHA in particolare possa avere un potenziale effetto cancerogeno sull’uomo; queste sostanze sono state vietate in Giappone e in alcuni Paesi Europei, tra cui non compare l’Italia.

9. Papaya OGM. La maggior parte delle papaya hawaiane è geneticamente modificata per diventare resistente al virus ringspot. Questo prodotto della Monsanto è fortunatamente vietato nei Paesi dell’Unione Europa grazie ad un criterio precauzionale che impone divieti su questo tipo di alimenti.

10. Il salmone da allevamento americano. Anche questo fa parte degli alimenti pericolosi, perché viene nutrito con mangimi contenenti sostanze chimiche, antibiotici e altri farmaci; al contrario di quello selvaggio, quindi, la cui dieta ricca di carotenoidi naturali permette di avere un colore rosa, a quello di allevamento viene somministrata l’astantaxina sintetica, sostanza tossica a base di prodotti petrolchimici e non idonea al consumo umano. Questa sostanza è vietata in Australia e Nuova Zelanda; negli altri Paesi è meglio evitare il salmone atlantico, proveniente in prevalenza da allevamenti ittici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...