Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Da Latina Oggi del 13 maggio 2010

 

WEB E ACQUISTI SICURI, LO SCONTRINO DEL FUTURO. L’INVENZIONE DI UN RAGAZZO DI LATINA UTILIZZATA DA «ORIZZONTE»

 

di Pierfederico Pernarella

 

Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di malededirli perché quando servono non si trovano mai. Per gli smemorati patologici può diventare persino un’ossessione. «Mi raccomando, conservi lo scontrino per la garanzia». Sì certo, come no. Come se fosse semplice ritrovare quei pezzetti di carta divorati dal tempo o da chissà quale cassetto, mimetizzati tra la sezione in lingua cinese e quella in aramaico di chissà quale libretto delle istruzioni. Ma non bisogna disperare perché la persecuzione degli scontrini introvabili che affligge la stragrande maggioranza dei consumatori ha le ore contate. E sì perché c’è stato chi ha preso a cuore il sistema nervoso dei consumatori e ha speso il proprio ingegno per trovare una soluzione. Si chiama «Scontrino sicuro». È l’invenzione tanto semplice, quanto geniale, che porta la firma di un ragazzo di Latina. Si chiama Giampaolo Murabito, ha 31 anni, un diploma di maturità classica ma con i computer e i software fa scintille grazie alla passione ereditata dal padre per le nuove tecnologie. Umiltà e tanta creatività. Quando gli chiediamo se la sua idea ha altri precedenti nel mondo, Giampaolo si schernisce e dice: «No, il nostro è in assoluto il primo portale al mondo per l’immagazzinamento delle ricevute fiscali. C’è soltanto una nota azienda di macchine fotografiche che prevede questo servizio per i propri clienti ma funziona in modo macchinoso. II sistema ideato da noi invece è estremamente semplice ed è stato pensato per tutti i consumatori». Lo spunto è arrivato quasi per caso: «Ad un amico per l’ennesima volta si era guastato un elettrodomestico ma aveva perso lo scontrino per la garanzia – racconta Giampaolo -. Sapendo che trafficavo con i computer mi chiese: ma perché non trovi una soluzione?». Giampaolo ha preso sul serio questa richiesta di aiuto e si è messo al lavoro. Ci sono voluti quattro mesi per sviluppare il software e circa un anno e mezzo per trasformarlo in un servizio accessibile a chiunque in modo semplice e veloce.

Ecco come funziona. La copia digitale dello scontrino del prodotto acquistato viene diretta mente spedito dal registratore di cassa al portale «Scontrino sicuro». Qui viene immagazzinato in una cartella accessibile soltanto all’acquirente attraverso una password che si riceve attraverso un SMS dopo l’iscrizione al portale. Il costo del servizio è soltanto di un euro. La privacy è più che tutelata perché l’iscrizione avviene soltanto inserendo il numero di cellulare.

La prima catena commerciale ad utilizzarlo sarà quella di «Orizzonte» di Terracina, che da subito ha capito la portata innovativa, tutta a tutela dei consumatori, del servizio «Scontino sicuro». Che presto sarà una realtà nei centri «Orizzonte» che si trovano in provincia di Latina e Frosinone. Ma le potenzialità del servizio ideato da Giampaolo sono amplissime. Con questo sistema non solo gli scontrini ma anche le bollette, le multe e così via possono essere immagazzinate sul web. La catalogazione delle ricevute amministrative e fiscali potrebbe essere rivoluzionata in modo radicale. Tanto è vero che Giampaolo è stato contattato da uno dalle più grandi industrie al mondo che operano nel settore dell’informatica e c’è in ballo la possibilità di applicare il servizio nelle farmacie. Utile soprattutto per chi a fine anno scarica le spese dei medicinali dalle tasse. Per farlo non sarà più necessario conservare uno ad uno gli scontrini, ma basterà accedere al portale dove le ricevute verranno catalogate automaticamente. «Il costo del servizio in questo caso – spiega Giampaolo – sarebbe la metà, 50 centesimi, perché è bene non lucrare su certe cose».

Per ora unico al mondo, il servizio ideato da Giampaolo potrebbe suscitare più di qualche interesse tra le grandi corporation dell’informatico. Come difendersi? «Con l’intelligenza del Web 2.0 che premia l’efficienza, l’innovazione e la velocità. D’altronde ci sarà pure un motivo se i topolini sono sopravvissuti ai dinosauri».

 

SCONTRINO SICURO

 

Mentre le grandi industrie si leccano le ferite della crisi, dagli «scantinati» della tecnologia informatica continuano ad uscire progetti in grado di rivoluzionare comportamenti. Succede apparentemente marginalizzata come quella di Latina. Giampaolo Murabito ha messo su un’azienda, la «Sette s.r.l.». Con lui collabora un altro giovane informatico, Alessandro Costantino. Giampaolo con la sua piccola azienda si avvale della collaborazione del «Gruppo Energent S.p.A.» con sede a Roma, del presidente Nino Ranellucci e del vice Stefano Commini che è anche presidente degli imprenditoria giovanile in Confindustria Lazio. La «Energent» ha aiutato Giampaolo nello sviluppo commerciale del progetto «Scontrino sicuro».

 

IL SITO WEB

 

Il portale web del servizio già da diverso tempo si trova in linea. L’indirizzo è www.scontrinosicuro.it. Per sviluppare il proprio progetto Giampaolo Murabito si è avvalso del supporto della «Bic Lazio» che ha verificato le opportunità commerciali dell’idea. Il progetto «Scontrinosciuro» verrà presentato al workshop «Athena» che aprirà i battenti domani nell’area ex Rossi Sud di Latina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...