Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Da Latina Oggi del 30 marzo 2010

 

TRASPORTO, LA RICETTA DELL’AGENDA 21

 

Sollecitare il Comune di Terracina a mettere in atto un Piano per la mobilità sostenibile nella nostra città, attuando le direttive della Parlamento Europeo che prevede un contributo finanziario di milioni di euro. È questa in sintesi l’azione mossa dal Forum Agenda 21 locale, presieduto dal professor Emilio Selvaggi. Gli esponenti del Forum dopo aver studiato e approvato una serie di linee guida per adeguarsi alle normative comunitarie, scrivono al sindaco Stefano Nardi per metterlo di fronte al problema della mobilità e l’assenza di un piano sostenibile, che non ha nulla a che vedere, precisano i curatori, con il piano relativo al traffico cittadino. «Non vorremmo che l’assenza di referenti istituzionali in campo ambientale e la mancanza di attenzione al problema – si legge nella lettera – portasse la nostra città alla perdita di finanziamenti comunitari, nazionali e regionali». Sarebbe veramente paradossale, visto che a detta degli esponenti del Forum «il nostro Comune ha le carte in regola per pretendere interventi migliorativi per la qualità della vita dei nostri cittadini». Un piano che si andrebbe ad unire alle iniziative «estemporanee» in materia di mobilità, che, seppur lodevoli per il tentativo di alleggerimento del traffico cittadino «sono destinate al fallimento o all’inutilizzo se non inserite in una rete più complessa e virtuosa». Il «Pum» come soluzione alle problematiche «delle scelte di politica dei trasporti a scala urbana, considerando tutte le questioni inerenti la mobilità e i trasporti». E i costi? Una quota di finanziamento sarà pubblico, «sostenuta per la maggior parte dall’Amministrazione centrale per le opere riconosciute prioritarie a scala nazionale», l’altra dei privati, «che partecipano al rischio e all’utile del progetto». «Un progetto di trasporto – continua il Forum – fondato su un insieme d’investimenti e di innovazioni organizzativo-gestionali» da realizzarsi in 10 anni. L’obiettivo è effettuare «un sistema integrato e plurimodale di mobilità sostenibile al servizio del territorio» e dei terracinesi. Ora l’azione e l’ultima parola spetta solo al primo cittadino e al suo Consiglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...