Sito Pubblico del Social Forum di Terracina

Da Latina Oggi del 21 gennaio 2010

 

PRESI I LUOGOTENENTI DEL BOSS

 

di B. M.

 

Giuseppe Viccaro di 38 anni, Vincenzo Di Martino 33 anni, entrambi di Santi Cosma e Damiano, Biagio Di Biasio, 62 anni di Castelforte, rappresentavano l’aggancio nel sud pontino del pericolo clan «Gallo – Limelli – Vagnone». È quanto emerso dall’inchiesta condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia che ha portato all’arresto di 86 persone nell’ambito della doppia operazione denominata «Pandora – matrix». Per gli inquirenti, l’organizzazione godeva di solide basi operative sul territorio della provincia di Latina ed in particolare nei comuni di Santi Cosma e Damiano (dove venivano stoccate le partite di droga importate dalla Spagna) e Minturno. Il maxi blitz è stato eseguito ieri mattina dagli ufficiali di polizia giudiziaria del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in collaborazione con lo SCICO e dei carabinieri del ROS, nell’ambito dell’indagine della DDA di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP nei confronti di 86 persone per i reati di associazione camorristica, organizzazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, riciclaggio e reimpiego di danaro sporco, estorsione, detenzione e porto illegali di armi, corruzione di pubblici ufficiali, favoreggiamento personale. Le indagini hanno appurato l’esistenza dell’operatività del clan nei territorio di Boscotrecase, Boscoreale, Torre Annunziata e paesi viciniori, ma con forti interessi e ramificazioni operative ed organizzative anche nelle provincie di Latina e Salerno. E proprio nel sud pontino, nei comuni di Santi Cosma e Damiano e Castelforte, il clan avrebbe esteso il controllo. Secondo gli inquirenti il loro piano era quello di arrivare fino a Roma. E qui conquistare la piazza della capitale dello spaccio di droga. Proprio a Santi Cosma e Damiano il boss del clan, Giuseppe Gallo, si è costruito una mega villa con piscina che si può ammirare da via Porto Galeo. L’immobile, dove per un periodo il fratello del boss ha vissuto agli arresti domiciliari, è stata sequestrata. I militari sempre nella stessa operazione hanno confiscato altri beni ritenuti provento delle attività illecite del clan, nel territorio del vicino comune di Castelforte: un’azienda sulla provinciale per Suio Terme, un prefabbricato e due magazzini. A tale organizzazione diretta da Gallo, sarebbero riconducibili una serie di estorsioni ai danni di imprenditori. Non è escluso che nelle sue mani ci fossero anche imprenditori del sud pontino ai quali veniva imposto o il pagamento di danaro o l’assunzione di manodopera. L’attività principale della cosca però era rappresentata dal traffico di sostanze stupefacenti direttamente importata dalla Spagna e proveniente dalla Colombia. Una volta importata in Italia, la droga in parte veniva destinata ad alimentare le piazze di spaccio attive sul territorio campano, e in parte veniva ceduta ad altre organizzazioni criminali attive in altre regioni e soprattutto a Roma e Sicilia. A carico di diversi soggetti tratti in arresto è stato dunque emesso il titolo di custodia cautelari anche in relazione ai reati ricettazione e riciclaggio. A seguito di mirate indagini patrimoniali sono stati sequestrati beni (tra l’altro, 65 aziende per l’interno, 18 partecipazioni societarie, 210 immobili, 160 autoveicoli) per un valore complessivo di oltre 60 milioni di euro. Sono stati sottoposti a sequestro anche 550 rapporti bancari la cui consistenza economica e finanziaria emergerà nei prossimi giorni. I provvedimenti cautelari sono stati emessi anche carico di due dipendenti del tribunale di Torre Annunziata che, dietro compenso da parte di alcuni esponenti della cosca, sono risultati stabilmente impiegati in un’attività di sottrazione ed occultamento di prove documentali a carico di affiliati al clan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...